La tecnologia ha aiutato negli ultimi anni a limitare l’invasività chirurgica, aumentando la sicurezza dell’inserimento degli impianti dentali, grazie all’implantologia computer guidata.

La rivoluzionaria tecnologia implantologica si divide in quattro fasi:
l’elaborazione e la trasformazione della TAC del paziente in un modello 3D in modo da potere visualizzarne il cranio e la bocca in maniera tridimensionale, una simulazione dell’intervento al computer, con posizionamento ottimale degli impianti dentali e l’invio ad un centro di produzione industriale robotizzato. A questo punto, la mascherina che riproduce la posizione degli impianti simulata viene inserita in fase chirurgica nella bocca del paziente, per guidare gli impianti nella stessa posizione pianificata digitalmente.

I VANTAGGI?
RIDURRE L’INVASIVITÀ CHIRURGICA: Sanguinamento e gonfiore praticamente assenti, ed una più veloce e fisiologica guarigione dei tessuti
Questo aumenta la possibilità di trattare pazienti con particolari patologie come il diabete o i pazienti cardiopatici
POSSIBILITÀ PER IL CHIRURGO DI SFRUTTARE AREE DI OSSO, PER POSIZIONARE GLI IMPIANTI, NON INDIVIDUABILI CON UNA CHIRURGIA TRADIZIONALE: riducendo enormemente i tempi ed il numero degli interventi (tipo innesti ossei o complesse procedure di rigenerazione ossea) in caso di situazioni con quantità limitata di osso